Urbania - Cenni storici

Urbania ha la curiosa caratteristica di aver cambiato, nel corso della sua storia, il nome per ben tre volte. Nell'alto Medioevo il centro si chiamava Castel delle Ripe ed era signoreggiato dai Brancaleoni.

Distrutto nel 1277 fu riedificato  dal provenzale Guillaime Durand e da allora chiamato Casteldurante, fu trasferito dalle colline alla pianura, in una naturale insenatura del Metauro.

Il castello, dotato di mura e difeso su tre lati dal Metauro, acquisisce autonomie e privilegi e nel 1367 diventa capitale della Massa Trabaria.

Dal 1424 la città entra a far parte della Signoria dei Montefeltro-Della Rovere fino al 1631, anno in cui il ducato di Urbino è devoluto allo Stato della Chiesa.

Nel 1636, per volere del papa Urbano VIII, Maffeo Barberini, Casteldurante è elevata al grado di diocesi e città; in onore del pontefice muta il suo nome con quello attuale di Urbania.







Cosa visitare

 

Maestranze longobarde, comacine, fiorentine e senesi, assieme a quelle locali, fecero di Urbania un centro ricco di arte e storia.

Superata via Porta Celle e il Ponte del Riscatto, dopo aver ammirato la facciata del Palazzo Ducale che si affaccia sul Metauro, già dimora dei Brancaleoni, dei Montefeltro e dei Della Rovere, ora è sede del Museo Civico e della Biblioteca Comunale. Vi si conservano dipinti e maioliche di artisti locali, ricche collezioni di incisioni e disegni, manoscritti, carte geografiche e i Globi del Mercatore, si giunge alla Chiesa dei Morti, che nell'interno conserva il curioso  Cimitero delle Mummie; al suo fianco sorge la Chiesa di S. Francesco, una delle massime espressioni del Barocco marchigiano; poco più avanti, la Chiesa di S. Caterina, già sede della Confraternita degli Artisti, interamente decorata da pittori, scultori, stuccatori e maiolicari locali. Più avanti ancora, in piazza della Libertà, si trova il Palazzo Comunale, sede della vita politica della città dal 1300. In piazza Duomo si trova la Cattedrale, chiesa di origine preromanica ma completamente ristrutturata nel 1700...

Eventi

GENNAIO: Festa Nazionale della Befana
PASQUA e LUNEDI’ DI PASQUA:
“Punta e cul”
SETTEMBRE:
Sagra del Crostolo

Galleria fotografica

Contatti

 347 8962484

 info@guidaturisticaurbino.it

Dott.ssa Enrica Corsini

 

Per info

potete usare il modulo online.

Orari

Disponibile anche nei giorni festivi.

Con telefono irraggiungibile,

verrete ricontattati quanto prima.

Strutture ricettive